lunedì 5 dicembre 2011

If(december) T = cold, solution = Lentil and chestnut soup.
























D'accordo è strano che in queste sere ci siano ancora un media (pesata) di 11 °C, che Serena non abbia ancora "tirato giù il Woolrich", che io vada ancora in giro con il giubbino aperto (finchè potrò, continuerò così, con l'aria fresca sul collo!) e che Nerina non dorma ancora sotto il piumone ..... ma fino a quando la comunità scientifica non avrà comunicato il cambiamento delle stagioni, io continuerò a credere che il mese di dicembre sia mese di brodini, ravioli, piatti "pieni" e minestre.


Cominciamo quindi con la prima minestra: condizione necessaria per una signora minestra è la presenza persistente di un legume, questa sera ho scelto la lenticchia.
Piccola, innocente e fortunata. 


Gustatela con un crostino di pane ben arrostito in padella. Il risultato? Una super-cena apprezzata, soprattutto, da Renatone (mio papà, alias, Steve Jobs), anche se su questi piatti con Renatone, si sa, si va sul sicuro.
Vi auguro un dicembre "pieno" (di tante cose buone), come i piatti che preparerete!


Ingredienti



Lasciate a bagno le lenticchie per 12 ore, quindi lessatele in acqua salata con l’alloro. Scolatele e tenete l'acqua di cottura da parte


Arrostite le castagne e spelatele.
Preparate un trito di carote, sedano e cipolla e fatelo andare in padella con 4 cucchiai di olio, 2 cucchiai di passata di pomodoro e la pancetta tagliata a dadini.
wait(600)   /* 10 min */


aggiungete le castagne sbriciolate.
wait(600)   

Salate e pepate (come di deve).
Aggiungete le lenticchie con un litro di acqua di cottura.
Lasciate insaporire a fuoco basso per 10 minuti, aggiustando di sale (con un dado).   
/* a piacere potete aggiungere del concentrato di pomodoro */


Tagliate a fettine di 3 cm di spessore, un panino e scaldatelo su una piastra per renderlo croccante. 
/* io ho usato un francesino */


Servite "bollente"...e una buona colonna sonora, per voi.


Ciao,
r.




14 commenti:

  1. Evvero proprio strane queste temperature ... sempre meglio della nebbia di qualche giorno fa! :)
    Ma le zuppe non stancano mai, anche con 11 gradi a dicembre!

    RispondiElimina
  2. Concordo! Io necessito della neve perö! Mi aspetta un week end sul trenino del Bernina!!!

    RispondiElimina
  3. Verissimo tempo indecifrabile. Mi sono aggiunta tra i tuoi sostenitori... piacere di conoscerti!

    RispondiElimina
  4. Grazie! Piacere di conoscerti!!! A presto... Incrocia le dita per me per la neve!!!!

    RispondiElimina
  5. E' meraviglioso il tuo blog!!! Ti seguirò volentieri...mi sono già iscritta tra i lettori.
    Oggi è una giornata di pioggia e vento, non freddissima, ma un pochino triste, e non c'è niente di meglio di un bel piatto di lenticchie come il tuo...

    RispondiElimina
  6. Eeeeeeee grazie mille! ti tengo d'occhio!

    RispondiElimina
  7. si è verpo la stagione fa le bizze ma io adoro tanto le zuppe e i brodini per cui ho iniziato lo stesso.per cui apprezzo molto la ricetta!

    RispondiElimina
  8. pieno di cose buone il tuo blog! adoro le foto "ingredienti" :)

    http://traveloguewithlove.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. @lucy:questa ricetta è favolosa, provala se hai tempo! E' romana di origini.

    @roberta:Grazie Roberta (mia omonima!)...faccio un salto da te!

    RispondiElimina
  10. Wow, che bello qui! Sai che ti dico, ti seguo! Vienimi a trovare se vuoi, ho un blog caldo appena sfornato!

    lennesimoblogdicucina.blogspot.com

    RispondiElimina
  11. Ciao!!!! mi fa un sacco piacere, passo da te: anche tu sei una new entry???
    a presto

    RispondiElimina
  12. Che bella presentazione degli ingredienti!!!

    RispondiElimina
  13. Buon 2012!! Non è che tra i buoni propositi del nuovo anno c'è una bella ricetta cotta al VAPORE ?!

    Ti aspetto !!

    http://www.archcook.com/2011/11/una-nuova-sfida-contest-cottura-al.html

    RispondiElimina